domenica 2 agosto 2015

Echinopsis

Ovvero un tipo di pianta grassa che quando fiorisce...
lascia senza fiato...













Ambiente

L’ Echinopsis  è originario delle zone desertiche dell’America Meridionale. Si consiglia di usare dei vasi di terracotta più larghi che profondi dal momento che l’apparato radicale tende a svilupparsi in larghezza più che in profondità.
Temperatura
L’ Echinopsis ha bisogno di molta luce, in tutte le stagioni dell’anno.
Mantenimento
Volendo un’abbondante fioritura e un buon sviluppo della pianta, si suggerisce di lasciare il terreno completamente asciutto da novembre a marzo, per poi  innaffiarlo con moderazione con il sopraggiungere delle prime giornate calde.
Avversità
Anche l’ Echinopsis è una pianta particolarmente soggetta a malattie e avversità: se la si annaffia eccessivamente, essa finirà col raggrinzirsi e diventare eccessivamente molle; al contrario, se l’apporto di acqua è poco, le parti verdi della pianta iniziano a decolorarsi.
Nel caso in cui l’ Echinopsis non fiorisca o cresca assumendo forme particolarmente bizzarre, vorrà dire che è stata collocata in un luogo poco luminoso; se alcune parti della pianta appaiono imbrunite, è perché è stata esposta a temperature eccessivamente basse.
La pianta non è immune all’attacco di parassiti quali le cocciniglie: esse provocano macchie scure sui lati delle foglie; per porvi rimedio basterà toglierle manualmente con un batuffolo di cotone, o servirsi si antiparassitari specifici.

2 commenti:

  1. "Viaggio nel microcosmo naturistico!, così potrebbe intitolarsi questo breve ma interessantissimo reportage, che ci mostra uno stupefacente fiore in tutta la sua sfolgorante e misteriosa bellezza.
    Cordialità ^__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ottima idea ^_^ ^_^ ^_^
      grazie guardiano, sempre gentilissimo

      Elimina